Wynonna Earp (recensione serie tv)

Wynonna Earp è una divertentissima e scoppiettante serie tv di genere fantastico/western.

Tempo fa, avevo già avuto modo di scrivere una breve recensione relativa alla prima stagione di questo imperdibile show a sfondo sovrannaturale.

La serie di Emily Andras è riuscita a conquistarmi fin dal primo momento, soprattutto in virtù dell’eccentrica ironia che ne costella i vari episodi; grazie a Netflix, ho avuto modo di gustarmi nuovamente le avventure di Wynonna nel Turpe Paese dei Redivivi, e … devo confessarvelo: sono emersa dal mio ossessivo re-watch in preda a uno stato di esaltazione e euforia ancora più patologico e accentuato della primissima volta…

 

Wynonna Earp - poster - serie tv

 

L’erede di Wyatt

Wynonna Earp (Melanie Scrofano, che di recente ha fatto la sua comparsa anche in Designated Survivor) è una giovane donna dal temperamento ribelle e la straordinaria tendenza a ficcarsi nei guai. Rude, disinibita, cinica e spigliata, tende ad affrontare di petto i problemi più semplici, e a fuggire a gambe levate dai fantasmi oppressivi del passato.

Wynonna Earp - serie tv - Melanie ScrofanoDifficile credere che Emily Andras, la creatrice della serie – ricordiamo che il progetto è a sua volta basato su un fumetto di Beau Smith pubblicato dalla IDW Comic – non abbia tratto ispirazione da due fra i più iconici e significativi modelli televisivi femminili dei nostri tempi: la dinamica personalità di Wynonna, infatti, si presenta da qualche parte a metà strada fra l’introversa scontrosità della marveliana Jessica Jones e la solare impetuosità di Buffy Summers, la bionda cacciatrice di vampiri dall’indole generosa e la battuta sempre pronta.

Ad ogni modo, la trama di Wynonna Earp è piuttosto lineare.

Dopo la morte di suo zio, la ragazza, sempre più sbandata e alla deriva, decide di tornare nella sua città natale dopo una lunga, lunghissima assenza.

Wynonna Earp - serie tv - Michael EklundUna volta giunta a destinazione, tuttavia, apprenderà a sue spese che la scomparsa del parente potrebbe non essere il frutto di circostanze del tutto naturali – oltre a scoprire che, durante la sua latitanza, la città di Purgatory ha avuto modo di trasformarsi nel terreno di caccia privilegiato di un’intera schiera di creature infernali, un’orda famelica e brutale capeggiata dal ferino villain Bobo Del Ray (Michael Eklund, il leader dell’indimenticabile Trio Chiassoso della serie tv Dirk Gently – Agenzia di Investigazione Olistica).

Per salvare la graziosa sorellina Waverly (Dominique Provost-Chalkley) dalle mira dei cattivi e riscattare i numerosi errori commessi in gioventù, Wynonna dovrà scendere a patti con la verità e accettare il suo ruolo di Erede designata: il suo bis-bisnonno, il famigerato pistolero Wyatt Earp, era infatti nientemeno che un potente e pericoloso cacciatore di demoni

Spetterà adesso alla sua scombinata, testarda e linguacciuta nipote il compito di seguirne le orme e riportare in città un po’ d’agognato ordine…

Wynonna e la Scooby-Gang

Chiariamo subito un punto: se le uniche serie tv che seguite sono quelle che alcuni critici (i più spocchiosi, a dire il vero…) considerano di “primo livello”, sentitevi pure autorizzati a saltare le righe che seguiranno senza starvene lì a farvi divorare dai sensi di colpa.

Wynonna Earp - Tim Rozon - serie tvWynonna Earp si concede sane incursioni nel regno del trash e della parodia; non è supportato da un budget particolarmente impressionante e non tende a farsi nessuno scrupolo in particolare, qualora si presentasse l’occasione di mostrare qualche litrata di sangue supplementare, o di inquadrare un paio di centimetri di pelle scoperta in più.

Ritengo, tuttavia, che questi “difetti” vengano ampiamente compensati da tre fattori in particolare: l’irresistibile ironia che ne alleggerisce la sceneggiatura, vivacizzando persino le scene più “drammatiche” o emotivamente intense del telefilm; gli inconfondibili dialoghi, fulminanti e intrisi di sottile humor nero; e quel particolare senso di profonda, carismatica umanità che sembra aleggiare intorno a ogni singolo comprimario dello show.

Wynonna Earp - serie tv - Dominique Provost-ChalkleyLa complicità che si viene a instaurare fra lo spettatore affezionato e i personaggi di Wynonna Earp ha, di fatto, qualcosa di veramente portentoso. Attorno alla nostra eroina arriva a gravitare un piccolo cosmo di figure eccentriche, dinamiche e – in alcuni casi – semplicemente adorabili: oltre alla già citata (e insuperabile) Waverly, urge ricordare in questa sede lo scriteriato e misterioso Doc (Tim Rozon), il severo e aitante Dolls (Shamier Anderson) e la dolce e coraggiosa Nicole (Katherine Barrell).

Una vera e propria Scooby – Gang di supporto, pronta a contribuire al successo della serie innescando un “ingrediente segreto” fondamentale: un importantissimo senso di empatia con il pubblico.

Così tanti demoni. Così tante ciambelle. Così poco tempo…

Wynonna Earp-serie-tv-Shamier-AndersonIn ultimi analisi, sono convinta che saranno soprattutto i fan di telefilm come Buffy, Supergirl, iZombie o Legends of Tomorrow, a innamorarsi perdutamente di Wynnona Earp, e a ritrovarsi ad aspettare l’avvento della seconda stagione con il cuore in gola e gli occhioni sgranati.

Il cliffhanger che chiude il tredicesimo episodio ha qualcosa di micidiale, e lascia in sospeso un gran numero di fondamentali interrogativi.

L’unica cosa che sembra certa, per il momento, è che questo nuovo arco narrativo si comporrà di dieci puntate e debutterà – negli USA – in un imprecisato momento del 2017.

Poche settimane fa, è stato pubblicato il primo poster ufficiale della seconda stagione: non so voi, ma tanto è bastato a rinfocolare tutto il mio entusiasmo!

 

Wynonna Earp - poster - stagione 2

 

Se ti è piaciuto Wynonna Earp, prova a guardare anche:

Santa Clarita Diet

Legends of Tomorrow

Dirk Gently – Agenzia di Investigazione Olistica

Scopri:

Le Supereroine dei Fumetti che Hanno Spopolato in tv

Lascia un commento

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. Katerina ha detto:

    Prima o poi la dovrò guardare, anche se l’atmosfera western mi fa partire prvenuta XD

    • Sophie Sophie ha detto:

      Nel caso, mi raccomando: guardala in inglese, Kate… la strascicatissima parlata texana di alcuni personaggi non può assolutamente essere resa in italiano! ;D E non farti troppo intimorire dalla componente western: onestamente, sotto molti punti di vista appare più “ornamentale” che altro… XD

  1. marzo 21, 2017

    […] metà strada fra Jessica Jones e Buffy – The Vampire Slayer, Wynonna Earp rappresenta un puro concentrato di energia, umanità e coraggio. Tutt’altro che infallibile, […]

  2. marzo 21, 2017

    […] Wynonna Earp […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *