Big Little Lies – Piccole Grandi Bugie: la recensione del primo episodio

Qualche settimana fa, abbiamo avuto modo di parlare per la prima volta di Big Little Lies – Piccole Grandi Bugie, nonché di elencare i cinque elementi che contribuiscono a trasformare questa nuova miniserie targata HBO in uno degli appuntamenti televisivi più importanti della stagione.

Il primo episodio andrà in onda mercoledì 15 marzo su Sky Atlantic, e sarà disponibile, a seguire, anche in modalità VOD sul servizio Nowtv. Per chi non l’avesse ancora visto, o anche per chi – come noi – non stesse più nella pelle dalla voglia di commentare il primo atto di quello che promette già di essere un imperdibile appuntamento settimanale, eccoci pronti a stilare un breve resoconto di ciò che ci ha convinto e di ciò che, invece, sulle prime ha corso il rischio di lasciarci un po’ perplessi…

 

Big Little Lies - Piccole Grandi Bugie - poster - serie tv - HBO

 

Piccole Grandi Bugie

Tratto da un romanzo best-seller di Liane Moriarty (pubblicato in Italia dalla casa editrice Mondadori), Big Little Lies – Piccole Grandi Bugie narra le storie di un gruppo di mogli e madri di famiglia della “candida” provincia americana.

Big Little Lies - Piccole Grandi Bugie - Schieramenti - Reese Whiterspoon - serie tvMadeline (Reese Witherspoon) è una casalinga iperattiva, grintosa e piena di passione. Ha due figlie per cui stravede, e con le quali intrattiene un rapporto abbastanza conflittuale. A darle da pensare è soprattutto la più grande, Abigail (Kathryn Newton), avuta da un matrimonio ormai fallito e costantemente sull’orlo della ribellione adolescenziale. Madeline, infatti, non vede particolarmente di buon occhio il fatto che Abigail intrattenga un rapporto così stretto e amichevole con la nuova moglie di suo padre, l’alternativa e sbarazzina Bonnie (Zoë Kravitz). L’insicurezza e la gelosia della donna sono spesso motivo di tensione a casa Mackenzie.

Celeste (Nicole Kidman) ha due gemelli in età da elementari e un marito di qualche anno più giovane di lei, Perry (Alexander Skarsgård, Hidden – Senza Via di Scampo). La loro vita “perfetta”, allietata da quella che sembra essere un’intesa impeccabile, nonché da un reddito famigliare abbastanza significativo, basta a fare dei Wright la classica coppietta felice da copertina… o forse no? Malgrado l’invidia dei vicini, infatti, Celeste si comporta sempre con un certo grado di sobrietà e modestia, ostentando un atteggiamento di silenziosa e compita riservatezza… persino nei confronti della sua più estrosa e cara amica, Madeline.

Big Little Lies - Piccole Grandi Bugie - Schieramenti - Shailene Woodley - serie tvLa vita delle due protagoniste di Big Little Lies – Piccole Grandi Bugie, ad ogni modo, subisce un improvviso scossone il giorno in cui Jane (Shailene Woodley), una giovanissima, misteriosa e trasandata “ragazza madre”, si trasferisce nel loro benestante e borghesissimo quartiere. Tutti sembrano pensare che Jane sia completamente fuori posto, in un luogo del genere; come se non bastasse suo figlio Ziggy (Iain Armitage), un bambino introverso e problematico, viene accusato di un atto terribile e preso di mira dalle altre madri della scuola.

Nonostante questo – complici la testardaggine di Madeline, un tacco ballerino e lo zampino del destino – Celeste e Madeline decidono di prendere Jane sotto la loro ala protettiva, e di offrire alla nuova arrivata il loro pieno sostegno.

Sarà l’inizio di un sodalizio dagli esiti incerti e imprevedibili, che porterà alla luce diversi segreti e condurrà qualcuno (per via dirette o traverse, ancora non ci è dato saperlo…) al compimento di un efferato omicidio!

Schieramenti: chi ha paura delle mamme cattive?

La trama di Big Little Lies – Piccole Grandi Bugie non deve bastare a trarre in inganno.

Big-Little-Lies-Piccole Grandi Bugie - Schieramenti-Laura-Dern-serie-tvGli intrighi narrati nella serie di Jean-Marc Vallée ricordano un po’ gli intrallazzi vari ed eventuali messi in scena dalle disperatissime casalinghe di Wisteria Lane, d’accordo. Eppure i toni e le intenzioni perseguiti da Big Little Lies vanno ad attestarsi su un livello qualitativo completamente differente. Dopotutto, non sembra esserci molto spazio per frivolezza, ironia o mera pateticità gratuita, nella sceneggiatura pensata da David E. Kelley.

Fin dalle primissime immagini, appare chiara l’intenzione di rifarsi, piuttosto, al torbido e angusto mondo del mistery e del “chick lit” (un genere letterario rivolto esclusivamente al pubblico delle signore). Non a caso, Big Little Lies – Piccole Grandi Bugie sembra avere molte più cose in comune con uno sfaccettato (anche se molto “soft”) thriller psicologico come La Ragazza del Treno, che non con una qualsiasi e ammiccante soap opera nordamericana.

L’obiettivo, naturalmente, è quasi il medesimo: esaltare i conflitti, porre l’accento sulle emozioni, i contrasti, le meschinità, le gelosie, gli affetti, le piccole/grandi rivalità quotidiane. Svelare ciò che si cela oltre la superficie, e gettare un’impietosa luce rivelatoria sugli innumerevoli segreti nascosti dall’altra parte della facciata.

Big Little Lies - Piccole Grandi Bugie - Schieramenti - Nicole Kidman - serie tvAd alzare il tiro provvede, secondo me, una felicissima combinazione di ingredienti: la serena e affidabile competenza di Vallée (un regista che, nel tempo, ha dimostrato di saper rappresentare tutte le delicate e brutali sfaccettature del mondo femminile con invidiabile accuratezza…) e l’intensità delle interpretazioni.

Per il momento, comunque, è soprattutto la vivace e talentuosa Reese Witherspoon a dominare la scena: la sua Madeline riesce a esercitare un’attrazione quasi palpabile, calamitando su di se’ il grosso delle attenzioni, sia da parte del pubblico, che dei vari personaggi che le gravitano attorno.

Eppure nutro il forte sospetto che, con lo scorrere degli episodi, Big Little Lies – Piccole Grandi Bugie riuscirà a regalarci parecchie altre sorprese… a cominciare dal ruolo di Celeste: il personaggio interpretato da Nicole Kidman sembra poco più che un soprammobile, per il momento, ma – chissà perché – ho come l’impressione che questa situazione sia destinata a capovolgersi nel modo più repentino e drastico di tutti…

 

EDIT: potete leggere la recensione completa di Big Little Lies – Piccole Grandi Bugie, cliccando QUI!

 

Lascia un commento

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. aprile 1, 2017

    […] piccolo ruolo anche al diligente e affidabile Adam Scott (l’affettuoso maritino Ed della serie tv Big Little Lies), nei panni di uno sconfortato e sempre più sconcertato […]

  2. aprile 25, 2017

    […] essere rimasti piacevolmente colpiti dal pilot della serie interpretata da Nicole Kidman, Reese Whiterspoon e Shailene Woodley, abbiamo continuato […]

  3. aprile 25, 2017

    […] scoprirlo, vi invito a leggere la recensione del primo episodio, o addirittura la recensione della prima stagione completa di questa attesissima e sorprendente […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *