Imperial Dreams (recensione film Netflix 2017)

Imperial Dreams è il titolo del film di Malik Vitthal che si è recentemente aggiunto alla già ricca scuderia di piccole produzioni indipendenti distribuite da Netflix a livello globale.

Commovente, delicato e intriso di speranza, il film narra l’odissea di un padre disposto a opporsi con tutte le sue forze alle dure leggi del ghetto, pur di salvaguardare il benessere e la sicurezza del suo unico figlio….

Imperial Dreams - poster - film - Netflix - 2016

 

Bentornato a casa, Bambi!

La trama di Imperial Dreams ruota attorno alla carismatica figura di Bambi, un padre single appena uscito di prigione.

Interpretato da un ombroso e convincente John Boyega pre-Star Wars, il nostro (anti-)eroe ha intenzione di fare ammenda per gli errori del passato, e riscattare i suoi trascorsi da piccolo delinquente nella maniera più drastica e “indolore” cui riesce a pensare.

Imperial Dreams - film - Netflix - John Boyega - 2017Decide così di recarsi a casa di suo zio Shrimp (Glenn Plummer, Suits), noto teppistello locale, per mettere le cose in chiaro: pur di garantire un avvenire al figlioletto Dayton, Bambi è disposto ad accettare qualsiasi mansione, per quanto umile o di poco conto… a patto che non sia illegale. Il ragazzo, infatti, sa fin troppo bene di non potersi permettere un altro passo falso: con la madre del bambino (Keke Palmer, Scream Queens) finita a sua volta dietro le sbarre, e la nonna di Day perennemente in balia di qualche sostanza stupefacente, Bambi rappresenta ormai l’unico punto di riferimento e modello positivo per il piccolo.

Il protagonista di Imperial Dreams non è il tipo d’uomo da prendere sottogamba una simile responsabilità.

Serio e posato, Bambi si mette quindi immediatamente alla ricerca di una casa e di un posto di lavoro… con scarsi risultati: nel quartiere dove è cresciuto, nessuno sembra disposto a prendere sul serio le promesse di un ex-detenuto con tanto di chilometrica fedina penale.

Lo stesso Shrimp accoglie con fastidio e amarezza la risoluta presa di posizione del nipote; dal suo punto di vista, le velleità letterarie di Bambi, e il suo sogno di costruire una vita migliore per sé e per Day, non rappresentano altro che lo sciocco sogno a occhi aperti di un ragazzino idealista e orgoglioso…

John Boyega in: Padre Coraggio e il suo dolce Angioletto

Se Orange is the New Black è mai riuscito a insegnarci qualcosa, è che dietro ogni sentenza si nasconde una storia che vale la pena di ascoltare.

A volte le persone commettono degli errori – errori gravi, qualche volta perfino imperdonabili – e per questo finiscono rinchiuse da qualche parte a pagare il prezzo delle proprie infelici decisioni.

Imperial Dreams - film - Netflix - John Boyega e Coach- 2017Ma anche il destino riesce a metterci lo zampino, in alcuni casi: se hai la sventura di nascere in un quartiere che non offre alcuna prospettiva, ad esempio, dominato in ogni suo aspetto dai corrieri dalla droga, o da boss di bassa lega in tutto e per tutto simili all’avido Zio Shrimp di Imperial Dreams, be’…. Diciamo solo che, a un certo punto, cercare di superare ogni singolo omicidio, sparatoria o sommossa popolare all’ordine del giorno senza rischiare di elargire alcuna concessione alla tua personalissima versione di “Lato Oscuro della Forza”, potrebbe rappresentare una sorta di missione alquanto intricata.

Per riuscire a uscire dal ghetto a testa alta, con il cuore ancora saldo e puro, dovresti dar prova di una volontà ferrea e di un coraggio a dir poco incrollabile.

Ciò che Malik Vitthal sembra volerci suggerire con il suo Imperial Dreams, tuttavia, è che in realtà una strada alternativa al crimine è sempre possibile: basta avere le motivazioni giuste, il fegato e la forza d’animo necessari ad accettare il fatto che, a un certo punto, tutti proveranno a schierarsi contro di te, non fosse altro che per cercare di trasformarti ancora una volta nel patetico e pericoloso reietto sociale che stavi così disperatamente cercando di lasciarti alle spalle.

Imperial Dreams - film - Netflix - Keke Palmer - 2017Il cambiamento, si sa, spaventa sempre le persone; perfino quando è in positivo, o forse… soprattutto in quel caso.

Imperial Dreams, insomma, segue e mostra la vita quotidiana di un uomo “qualunque”; un giovane con le spalle al muro e la testa sulle spalle, intenzionato a imboccare la via della redenzione e a pagarne il prezzo.

Fra aspre critiche sociali e crudi spaccati di vita quotidiana all’interno del ghetto, il film di Vitthal non riesce sempre a tenere il ritmo o a mostrarsi affilato quanto dovrebbe; Boyega, dal canto suo, riesce a fornire ampia prova delle sue potenzialità, e la sceneggiatura a raggiungere un livello di profondità e accuratezza assolutamente degno di nota.

 

Altri Film Originali Netflix recensiti:

Barry

Divines

La Festa delle Fidanzate

Il Codice del Silenzio

Castello di Sabbia

Clinical

7 Años

I Don’t Feel At Home in This World Anymore

iBoy

La Battaglia di Jadotville

Mercy

Take the 10 – L’Autostrada

Lascia un commento

Potrebbero interessarti anche...

13 Risposte

  1. febbraio 4, 2017

    […] Imperial Dreams […]

  2. febbraio 4, 2017

    […] Imperial Dreams […]

  3. febbraio 4, 2017

    […] Imperial Dreams […]

  4. febbraio 4, 2017

    […] Imperial Dreams […]

  5. febbraio 4, 2017

    […] Imperial Dreams […]

  6. febbraio 4, 2017

    […] Imperial Dreams […]

  7. febbraio 4, 2017

    […] Imperial Dreams […]

  8. febbraio 4, 2017

    […] Imperial Dreams […]

  9. febbraio 17, 2017

    […] Imperial Dreams […]

  10. febbraio 25, 2017

    […] Imperial Dreams […]

  11. marzo 19, 2017

    […] Imperial Dreams […]

  12. aprile 1, 2017

    […] Imperial Dreams […]

  13. maggio 3, 2017

    […] Imperial Dreams […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *