Imperium: la recensione del film disponibile su Netflix

Imperium è un film poliziesco/drammatico diretto dal regista esordiente Daniel Ragussis.

Basato su una serie di eventi realmente accaduti, narra la storia di un agente dell’FBI (interpretato da Daniel Radcliffe) costretto a infiltrarsi all’interno di una pericolosa banda di fanatici attivisti neonazisti americani…

 

Imperium - poster - film - 2016

 

La vera storia dell’agente Michael German

Daniel Ragussis ha scelto di occuparsi della sceneggiatura di Imperium in prima persona. Eppure, per far sì che il suo film raggiungesse un livello di profondità e credibilità realmente degno di nota, il regista ha pensato bene di avvalersi della collaborazione di Micheal German, un ex esponente delle forze dell’ordine federali.

Imperium - film - 2016 - Daniel Radcliffe - NetflixGerman, che vanta all’attivo sedici anni di onorata carriera all’interno dell’FBI, può essere ragionevolmente considerato uno dei massimi esperti viventi in materia di perigliose missioni sotto copertura, dal momento che ha trascorso gran parte del suo periodo di servizio nello strenuo tentativo di combattere le peggiori forme di terrorismo interno e mimetizzarsi fra le fila di violenti squadroni neofascisti.

Il protagonista di Imperium viene chiamato a percorrere lo stesso, impervio e scosceso sentiero professionale.

Nate Foster (Radcliffe) è un giovane agente dall’indole pacifica e introversa. Disciplinato e solitario, viene spesso preso di mira dai colleghi e deriso dai superiori, che non riescono a intravedere, sotto quella placida superficie da bravo “sgobbone” un po’ fissato per le procedure, la profonda vena d’acciaio che gli permette di resistere alle pressioni e continuare a mantenere salda la sua fiducia nell’umanità, nonostante gli innominabili orrori cui è costretto ad assistere ogni giorno.

Imperium - film - Toni Collette - 2016 - NetflixL’agente speciale Angela Zamparo (Toni Collette) è l’unica a non lasciarsi ingannare dalle apparenze. Così, non appena la sinistra minaccia di una potenziale “bomba sporca” (un ordigno costruito usando materiale biologico trafugato) comincia a profilarsi all’orizzonte, la donna decide di coinvolgere Nate all’interno di una delicatissima missione sotto copertura.

Spinto dal senso del dovere e dalla disperata necessità di trovare un rimedio alle millemila piaghe sociali che affliggono il mondo occidentale (e gli Stati Uniti in modo particolare) il nostro eroe si mette quindi in contatto con diversi intransigenti sostenitori della teoria della supremazia della razza ariana, nella speranza di entrare nel giro e farsi accettare come uno di loro.

Il tutto, naturalmente, nella speranza di arrivare all’inafferrabile predicatore razzista Dallas Wolf (Tracy Letts), e riuscire a prevenire un attacco suicida che potrebbe anche rappresentare l’innesco di un’altra brutale e dissennata guerra civile…

Il paradigma dell’odio

Imperium è un film che ha il grande pregio di trattare temi dolorosi, controversi e quanto mai attuali, in grado di toccare corde sensibilissime all’interno dei nostri cuori.

Da dove proviene, in realtà, questa mefitica e avvelenata ondata d’odio che corrode le vene ormai indifferenti e ghiacciate del mondo?

Imperium - film - Daniel Radcliffe - 2016 - NetfllixPerché abbiamo permesso a tutta questa rabbia, a quest’interminabile sciarada di sofferenza e amarezza e recriminazioni, di soffocare la parte migliore di noi e trovare sfogo per vie così vergognose, striscianti, violente e devastanti?

Il film di Daniel Ragussis prova a fornire qualche risposta (per quanto possibile) a queste angosciose domande, riuscendo nel contempo a proporre innumerevoli spunti di riflessione.

Individuando le cause della violenza nel fenomeno del vittimismo e nell’incessante bisogno di trovare un capro espiatorio per le manchevolezze (proprie o del sistema) che ci procurano così tanto sconforto, Imperium riesce a fornirci un intrigante chiave di lettura, e a guidarci attraverso i distorti meandri di un fenomeno sociale sempre più capillare, instabile e inquietante.

Peccato che, da un punto di vista meramente cinematografico, purtroppo il film di Ragussis non riesca a dimostrarsi altrettanto efficace.

Imperium - film - starring Daniel RadcliffeLa discreta interpretazione di Radcliffe riesce senz’altro a valorizzare il travagliato percorso di crescita interiore subito dal suo personaggio. La felice alchimia con la Collette (un’attrice meravigliosa, fin troppo trascurata dalla critica ufficiale…) permette di percepire e apprezzare in maniera ancora più acuta le difficoltà insite nel complesso ruolo “doppiogiochista” affidato a Nate.

Eppure Imperium avrebbe solo potuto beneficiare, a parer mio, dell’esperienza di un regista un pochino più maturo e “consapevole”. Ragussis gestisce ogni singolo elemento della messa in scena in maniera scolastica, si potrebbe dire quasi “accademica”; un approccio di questo tipo tende a privilegiare il tema e a mettere in risalto il contenuto, certo, ma sfavorisce i fattori dell’interpretazione e della forma, a discapito del processo di immedesimazione e del coinvolgimento.

Ne consegue l’effige depotenziata e un po’ “statica” di una pellicola che non riesce a “osare” più di tanto, ne’ a fare affidamento sui principali strumenti a sua disposizione (montaggio, fotografia, colonna sonora, luci…) per amplificare il fondamentale messaggio di speranza di cui si fa portavoce.

 

Se ti è piaciuto Imperium (2016), prova a guardare anche:

Money Monster (2016)

Hell or High Water (2016)

Tempo Limite (2016)

Infernal Affairs (2002)

Hooligans (2005)

 

 

Lascia un commento

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. febbraio 3, 2017

    […] Imperium (2016) […]

  2. aprile 17, 2017

    […] Imperium (2016) […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *