Take the 10 – L’Autostrada (recensione film Netflix 2017)

Take the 10, o L’Autostrada (come recita l’inspiegabile titolo italiano) è un film scritto e diretto dall’attore comico Chester Tam.

Si tratta di una distribuzione originale Netflix, una frenetica e rocambolesca commedia rivolta al pubblico dei giovanissimi, in particolare quelli più affezionati al sottogenere demenziale/tamarro

 

Take The 10 - L'Autostrada - poster -film - Netflix - 2017

 

Bulli, pupe, e… sfigati!

Take the 10 – L’Autostrada non corrisponde esattamente, mi preme specificarlo, alla mia personale idea di intrattenimento intelligente.

Take the 10 - L'Autostrada - film - Netflix - Josh Peck e Tony RevoloriLa trama ricorda un po’ una via di mezzo fra certe deliranti commediole dirette da Kevin Smith (praticamente l’unico regista sulla Terra che la sottoscritta non ha mai avuto lo stomaco di sopportare), e una versione cerebrolesa dell’indimenticabile Pulp Fiction di Tarantino. I personaggi che popolano la pellicola di Tam sono numerosi e quanto mai sopra le righe; vi basti sapere che la maggior parte di loro sembra saltata fuori da un pittoresco gangster movie “al rovescio”, una sorta di ridanciana parodia di un genere molto ben definito e codificato.

Take the 10 – L’Autostrada è suddiviso in vari capitoli. Ciascun segmento narrativo segue il punto di vista di un diverso comprimario; chiaro che le strade dei vari personaggi tenderanno a incrociarsi più volte, prima di convergere verso lo scontato e mai troppo prematuro finale.

Chris (Josh Peck) e Tony (Tony Revolori) sono colleghi e migliori amici da tanto tempo. Il secondo sopporta pazientemente i modi infantili e le tendenze fannullone dell’altro, anche se, ultimamente, Tony sta cominciando a convincersi che il narcisismo e l’opportunismo di Chris stiano peggiorando drasticamente.

Quando il loro capo Danny (Kevin Corrigan, The Get Down) accusa i due compagni di aver messo a segno un colpo ai danni del supermercato per cui lavorano entrambi i ragazzi, Tony decide che è giunto il momento di coronare il sogno di una vita, e volare finalmente verso le agognate e assolate spiagge del Brasile.

Chris, però, non è d’accordo: il giovane non ha alcuna intenzione di abbandonare il suo indolente e sonnacchioso stile di vita, e non riesce a pensare ad altro che alla possibilità di partecipare a un chiassoso e tamarrissimo concerto rap nel cuore del deserto.

L’incontro con Carlo (Carlos Alazraqui), un pericoloso criminale di origini sudamericane, rischierà di mandare all’aria i piani di fuga di Tony; mentre Chris si troverà alle prese con un capriccioso e violento spacciatore di nome Jay (interpretato dallo stesso Tam) e con l’affascinante fidanzata di quest’ultimo, Sahara (Cleopatra Coleman, The Last Man on Earth).

Yo, bro… batti il 5!

I personaggi di Take the 10 – L’Autostrada vantano senz’altro la prerogativa di essere degli idioti totali.

Le loro incessanti buffonate riescono talvolta a strappare un fievole sorriso di circostanza; non cercherò tuttavia di addolcire la pillola, nascondendo le mie impressioni più autentiche e profonde a proposito di questo film: le battute sono molto pigre, e le varie situazioni messe in scena da Tam, secondo me, danno una forte impressione di visto e stravisto.

Take the 10 - L'Autostrada - film - Netflix - Chester TamDi positivo c’è il fatto che la pellicola non rischia di annoiare, dal momento che le varie scene si susseguono a un ritmo indiavolato, per una durata scarsa di un’ora e venti minuti.

L’umorismo alla base della sceneggiatura di Take the 10 – L’Autostrada è abbastanza grossolano; la volgarità sembra essere una componente imprescindibile all’interno di questo filone cinematografico, del resto, e il film di Tam non fa certo eccezione. Ho apprezzato, tuttavia, la scelta di non calcare eccessivamente la mano, da questo punto di vista, e di permettere, di tanto in tanto, anche a una nota di comicità di stampo un po’ più “innocente” di filtrare attraverso le varie pieghe del canovaccio.

La maggior parte delle gag presenti nel film, badate bene, andrà comunque a fare riferimento ai tre campi “triviali” per eccellenza, per cui aspettatevi i soliti cliché e i classici siparietti su sesso, droga e violenza, in perfetto stile Fatti, Strafatti e Strafighe.

Se Ashton Kutcher e Seann William Scott fanno parte del novero segreto dei vostri miti più inconfessabili, provate pure a concedere una possibilità a Take the 10 – L’Autostrada.

Non mi spingerò al punto di dire che Tony Revolori e Josh Peck riusciranno a buttare i vostri beniamini giù dal trono; può ben darsi, però, che questa scanzonata e semplicissima commedia riesca a farvi trascorrere una piacevole oretta all’insegna della spensieratezza più totale.

 

Altri Film Originali Netflix recensiti:

Sandy Wexler

Deidra e Laney Rapinano un Treno

La Festa delle Fidanzate

David Brent – Life on the Road

Tutto o Niente

Clinical

Coin Heist – Colpo alla Zecca

Barry

Spectral

Autobiografia di un finto assassino

7 Años

Mercy

iBoy

Imperial Dreams

 

Lascia un commento

Potrebbero interessarti anche...

9 Risposte

  1. gennaio 21, 2017

    […] Take the 10 – L’Autostrada […]

  2. gennaio 21, 2017

    […] Take the 10 – L’Autostrada […]

  3. gennaio 21, 2017

    […] Take the 10 – L’Autostrada […]

  4. gennaio 21, 2017

    […] Take the 10 – L’Autostrada […]

  5. gennaio 21, 2017

    […] Take the 10 – L’Autostrada […]

  6. febbraio 25, 2017

    […] Take the 10 – L’Autostrada […]

  7. marzo 1, 2017

    […] Take the 10 – L’Autostrada […]

  8. aprile 15, 2017

    […] Take the 10 – L’Autostrada […]

  9. aprile 15, 2017

    […] Take the 10 – L’Autostrada […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *