Anime stagione invernale 2017 (prima parte)

Il 2017 è arrivato già da parecchi giorni e la stagione invernale è finalmente iniziata. Questi mesi sono stati annunciati numerosi titoli, e come al solito Crunchyroll ne ha acquistati veramente tanti. Perciò, in questa prima parte, vedremo da vicino i primi episodi di alcuni degli anime che il sito ha messo a disposizione.

Minami Kamakura High School Girls Cycling Club

Minami Kamakura High School Girls Cycling Club

Questo inverno sembra essere una stagione prospera per gli slice of life; in questo caso siamo di fronte a un anime dal cast interamente femminile e caratterizzato da colori sgargianti e disegni un po’ particolari.

In questo primo episodio ci viene mostrata Hitomi, una ragazza appena trasferitasi a Kamakura, che si mette allegramente in cammino per arrivare in orario alla cerimonia scolastica. Porta con sé una bicicletta, sebbene non la utilizzi da quando era piccola, e prova a salirci sopra per percorrere la strada più velocemente. È così che scopre quanto il detto “andare in bici non si scorda mai” sia falso e si ritrova quasi a investire la povera Tomoe.

L’intero episodio parla di come Hitomi, con l’aiuto della sua nuova amica, impari di nuovo ad andare in bicicletta, e fra una caduta e l’altra cerca di strappare qualche sorriso.

Da questa prima puntata non posso dire di aver compreso molto dei personaggi: ne sono state presentate solo tre, e nessuna di loro sembra brillare di originalità, ma è comunque troppo presto per giudicare. Ho gradito molto i colori dei disegni, molto vivaci e allegri, mentre un po’ meno il design delle protagoniste, che mi è parso un po’ troppo anonimo. Tuttavia, è stata una visione gradevole e poco impegnativa e per gli amanti del genere potrebbe rivelarsi anche interessante.

Gabriel Dropout

Gabriel Dropout

Rimaniamo in tema slice of life ad ambientazione scolastica con Gabriel Dropout, ma aggiungendoci anche del soprannaturale. Esatto, perché la protagonista di questo anime dallo spirito frizzantino è Gabriel, un angelo sceso nel mondo degli uomini per terminare i propri studi.

Gabriel è un angelo promettente e dall’animo gentile, sempre pronta ad aiutare il prossimo, che tuttavia, una volta arrivata nel regno degli umani, cambia per sempre. Le capita di provare un videogioco online e di scoprire quanto fosse appagante e divertente aiutare i giocatori in difficoltà. Da lì, la vediamo spendere i suoi primi soldi per acquistare un’arma speciale.

Ed è così che Gabriel diventa tutta un’altra persona.

La sua stanza è un bordello, la pigrizia si è impadronita completamente di lei e la voglia di diventare un angelo fatto e finito è andata in fumo. Ma non è l’unica creatura ultraterrena nella propria scuola: ci sono infatti anche due demoni e un altro angelo. Gran parte dell’episodio basa le proprie battute, alcune davvero molto efficaci, sui ruoli invertiti che hanno demoni e angeli. I demoni vorrebbero essere cattivi, ma alla fine sono entrambe delle brave ragazze, mentre gli angeli dovrebbero essere… be’, angeli, ma alla fine si dimostrano una un’otaku pigra e svogliata e l’altra una sadica.

Questo primo episodio è passato in un baleno grazie anche al suo ritmo incalzante, pieno di momenti divertenti. Per chiunque desideri uno slice of life carino e diverso, sono sicura che Grabriel Dropout possa essere la giusta soluzione.

Trovate QUI la recensione completa.

Saga of Tanya the Evil

Saga of Tanya the Evil

Discostiamoci per un momento dal mondo delle commedie per entrare in quello in guerra di Saga of Tanya the Evil. L’Impero è una forza potente, ma accerchiato dai nemici, e che per questo si ritrova invischiato in una grande guerra. In prima linea combatte e comanda Tanya, una bambina e una maga potentissima che, a dispetto della sua giovane età, ha una personalità glaciale e malefica.

In questo primo, adrenalinico episodio, ci vengono mostrate le sue mostruose abilità: con un solo colpo, è in grado di sconfiggere l’intera compagnia nemica.

Nonostante la bambina abbia palesemente un aspetto tutt’altro che benevolo, due dei suoi sottoposti ignorano l’ordine di restare indietro, sperando di eliminare il nemico e guadagnare così una promozione. Con questa pretesa, l’anime ci mette subito a conoscenza di quella che è la natura di Tanya.

L’anime sembra caratterizzato da battaglie ben organizzate e interessanti da vedere, accompagnate da una musica corale di grande impatto. In più, il suo personaggio principale è decisamente atipico e, proprio per questo, rende la visione ancor più intrigante.

Per chiunque sia in cerca di qualcosa di serio e di spietato, Saga of Tanya the Evil potrebbe rivelarsi anche un piccolo gioiello.

Masamune-kun’s Revenge

Masamune-kun's Revenge

Uno dei primi simulcast a iniziare è stato Masamune-kun’s Revenge, una commedia con protagonista un ex grassone.

Makabe Masamune era infatti decisamente in carne quando era più piccolo e, a causa di questo suo difetto, è stato trattato brutalmente da Adagaki Aki, la ragazza a cui si era confessato. Ora però è in età da liceo e riconoscerlo è impossibile: muscoloso, atletico, bello e figo, tutte le ragazze stravedono per lui.

Il suo obiettivo non è però quello di fare strage di cuori, ma di conquistare soltanto quello della sua vecchia fiamma… per poi spezzarlo e ottenere così la propria vendetta.

Già dal primo episodio, però, Makabe si rende conto che non sarà affatto facile: Aki rifiuta praticamente chiunque, non ha peli sulla lingua ed è odiosa con tutti i maschi della scuola. Ma il nostro protagonista non si arrende e indossa subito la sua maschera da figo per farla cadere ai suoi piedi.

Le battute sono fresche e non forzate, e i due personaggi principali hanno sicuramente un che di interessante, soprattutto Makabe stesso. Quelli secondari non hanno avuto un gran ruolo in questo primo episodio, ma alcuni di loro sembrano comunque promettenti.

Trovate QUI la recensione completa.

 

Nella seconda parte vedremo nel dettaglio anche anime disponibili su Vvvvid.

Salva

Salva

Lascia un commento

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. gennaio 22, 2017

    […] ho già detto nel precedente post, questa stagione sembra essere rosea per gli amanti degli slice of life. Seiren è un altro anime […]

  2. aprile 4, 2017

    […] a detta di molti, e io non posso che essere d’accordo, dopotutto mi ha conquistata fin dalla prima puntata. Tratto dall’omonimo manga, l’anime è stato diretto da Masahiko Oota e prodotto da Doga Kobo […]

  3. aprile 16, 2017

    […] differenza della stagione precedente, per gli slice of life a cast interamente femminile questo non è un periodo fiorente. Hinako Note […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *