The Witch (recensione film horror 2016)

Gli amanti delle atmosfere cupe e misteriose troveranno pane per i loro denti: il film The Witch è un intrigante e ambizioso dramma dalle spiccate tonalità sovrannaturali… un inquietante e sorprendente “racconto folcloristico” ambientato nel cuore del New England, nel pieno del diciassettesimo secolo!

 

The Witch - film horror - poster

 

The Witch: una fiaba dark…

Nel corso degli anni, abbiamo visto sfilare sui nostri schermi un’enorme quantità di pellicole dedicate al tema della stregoneria.

Drammi storici incentrati sulla natura ambigua e crudele dei processi che ebbero luogo a Salem, per lo più; oppure pellicole dell’orrore ebbre di malevolenza, sangue, rituali osceni, sesso orgiastico e morti truculente.

 Witch - film - 2016 - Anya Taylor-JoyIn pochi hanno tentato di imboccare un sentiero che si proponesse di tracciare una sorta di rotta “alternativa”, e di combinare la tensione, il gore e la violenza grafica di un classico horror alla Suspiria, con le ampie sfumature emotive e l’approfondimento psicologico tipici di un’opera come La Seduzione del Male.

Il regista esordiente Robert Eggers ha osato l’impresa. E bisogna dire che è riuscito a centrare nel segno con eleganza, arguzia e stile.

Il suo The Witch si è guadagnato – giustamente – il plauso della critica e il favore incondizionato di una larga fetta del pubblico. Uno dei film horror più suggestivi e interessanti degli ultimi anni, l’hanno dichiarato in molti.

E state pur sicuri che ci troviamo al cospetto di un’opera dalle caratteristiche eccezionali, lontanissima dagli standard scialbi e trasandati di un genere che da troppo tempo, ormai, tende ad adagiarsi sugli allori dell’autocompiacimento e a riproporre, in un loop infinito e sfiancante, sempre gli stessi modelli e le stesse, tragiche limitazioni.

Benvenuti in America!

The Witch - film - 2016 - Ralph InesonAl centro della sceneggiatura troviamo una famiglia di coloni del Nuovo Mondo, un nucleo di pellegrini inglesi respinti dalla comunità a causa di una non meglio specificata diatriba di ordine religioso.

Il padre, William (Ralph Ineson) è un uomo torvo, grigio e severo, perennemente sottomesso ai capricci dell’isterica moglie Katherine (Kate Dickie).

La figlia maggiore, Thomasin (Anya Taylor-Joy, protagonista, insieme a Devon Terrell, del biopic targato Netflix Barry) è un’adolescente sveglia e diligente.

Il figlioletto Caleb (Harvey Scrimshaw) nasconde un paio di peccatucci, ma si impegna per tenere in piedi la famiglia, cercando di assecondare il padre, assistere i fratelli e alleviare, nei limiti del possibile, i continui tormenti della madre.

La vita di frontiera, già dura, diventa insostenibile dopo l’allontanamento dalla colonia. Improvvisamente la famiglia si trova costretta, infatti, a spingersi verso l’entroterra spietato e selvaggio del New Englad, e a stabilirsi in campo desolato e ghiacciato dai rigori dell’inverno.

Sarà qui che William, sua moglie e i suoi figli entreranno per la prima volta in contatto con una misteriosa e inquietante creatura dei boschi, una strega che sconvolgerà la loro monotonia e scaglierà i malcapitati pellegrini in un vortice di paranoia, terrore, morte e demenza senza precedenti…

The Witch può essere sicuramente considerato un film atipico, “strano”, intricato, profondo e imprevedibile.

The Witch - film - 2016 - Harvey ScrimshawStiamo parlando, in soldoni, di un elaborato e raffinato thriller psicologico ambientato negli anni della caccia alle streghe, peraltro sullo sfondo di uno scenario fiabesco e incantato, degno di una delle migliori storie scritte dai fratelli Grimm.

Ma c’è di più: l’opera prima di Eggers è anche (o forse soprattutto) un intenso dramma famigliare, una riflessione teologica, una sentita dissertazione sulle morbose conseguenze portate da una certa linea di pensiero, soffocante e bigotta, volta alla repressione di ogni istinto naturale e alla doppia castigazione di spirito e carne.

I pellegrini, assediati dal Male, finiscono braccati e dilaniati dall’incommensurabile malizia degli abitanti del bosco.

Ma non è Satana ad aprire le danze; fin dalle primissime scene, è evidente che il mostro che separa i vari componenti della famiglia ha avuto una lunga, lunghissima gestazione….

Streghe, capre, sacrifici, accuse, ossessioni e famigli…

Nella versione del racconto che Eggers ha scelto di narrare, è come se il minuscolo frammento di oscurità che alberga nel cuore dei protagonisti rappresentasse un aperto invito alle forze delle tenebre.

The Witch - film horror - Kate DickieNon credo che riuscirete a simpatizzare per l’uno o per  l’altro personaggio di The Witch. Al contrario, non mi sorprenderei se vi ritrovaste a provare, durante la visione, il martellante desiderio di scagliare contro di loro un anatema personale, o di vederli finire tutti in pasto al caprone Black Phillip.

Me penso che li troverete interessanti, vulnerabili e dannatamente ben costruiti, e sono convinta che non riuscirete a distogliere lo sguardo dallo schermo neppure un minuto.

The Witch non è il film ideale da portare a una serata goliardica fra amici, questo è poco ma sicuro.

L’intento di Eggers non è mai stato quello di farvi saltare sulla poltrona, del resto, o di farvi accelerare il battito fra una noncurante manciata di popcorn e l’altra.

Ma il regista ha dimostrato senz’altro di possedere la rara abilità di riuscire a catturare su pellicola lo spirito di un’epoca, oltre a quella di saper tessere intorno a quest’essenza un racconto crudo, ambiguo, convincente, malvagio e surreale.

Si vocifera in giro che il prossimo film di Eggers sarà un remake del classico Nosferatu.

Se le premesse sono queste, ragazzi, consideratemi pure già pronta a mettermi in fila per acquistare il biglietto…

 

Se ti è piaciuto The Witch, prova a guardare anche:

American Horror Story: Roanoke

L’Ombra della Paura

Mercy

The Conjuring – Il Caso Enfield

Goodnight Mommy

 

Lascia un commento

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. dicembre 29, 2016

    […] The Witch […]

  2. dicembre 29, 2016

    […] The Witch […]

  3. dicembre 29, 2016

    […] d’amore con Charlotte (Anya Taylor-Joy, già protagonista dell’inquietante film horror The Witch) non farà altro che intensificare i suoi acuti tormenti […]

  4. gennaio 9, 2017

    […] The Witch (2016) […]

  5. gennaio 20, 2017

    […] ghost-story ambientata nel cuore del New England, sulla falsariga di The Witch e impregnata di riferimenti ad alcuni grandi classici del […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *