The Meddler (recensione film 2015)

The Meddler è una deliziosa e malinconica commedia diretta da Lorene Scafaria.

La regista italoamericana è riuscita a scrivere per la sua attrice protagonista un ruolo frizzante, originale e pieno di sfumature, che le è valso i pregi di gran parte della critica internazionale.

Il risultato? Una delle più esaltanti interpretazioni di Susan Sarandon dai tempi di Thelma & Louise, o giù di lì!

The Meddler-film 2015-poster

 

La solitudine di Marnie

The Meddler - Susan Sarandon-film 2015-MarnieThe Meddler è un piccolo film garbato, delicato e ricco di tematiche interessanti.

La trama ruota intorno a Marnie (Sarandon), una signora un poco oltre la mezza età, recentemente rimasta vedova. Nonostante la grave perdita subita, la donna cerca di tenere alto il morale e continuare a mostrarsi propositiva e ottimista. Per questo cerca di godersi ciò che di bello la città di Los Angeles ha da offrire, e di conservare un atteggiamento di disponibilità e apertura mentale verso tutto ciò che è nuovo. La tecnologia, ad esempio, è qualcosa che al contempo la incuriosisce e la affascina. Alla radio ascolta pezzi recenti di Beyonce, e si tiene allegramente al passo coi tempi in materia di cibo e gusti cinematografici.

Anzi, a un certo punto arriva addirittura a organizzare un matrimonio fra persone dello stesso sesso, trasformandosi in una sorta di adorabile Fata Madrina per Jillian (Cecily Strong), un’amica gay di sua figlia.

Insomma, non si può assolutamente dire che Marnie sia una persona che vive nel passato. Per lei ogni secondo del presente ha un valore, e rappresenta un prezioso frammento di potenziale che non può assolutamente andare sprecato!

Eppure, in fondo al cuore, la vispa signora si sta ancora sforzando di venire a patti con la perdita dell’amato marito. La sua scomparsa ha aperto una breccia incolmabile nel cuore di Marnie, e anche in quello, più fragile e giovane, della loro unica figlia, la nevrotica Lori (Rose Byrne).

Non appena Marnie si rende conto che la ragazza sta faticando molto a superare il trauma, decide quindi di farsi carico dei suoi problemi e diventare un’implacabile e dolcissima “meddler” (in inglese: “impicciona”), per aiutare Lori a rimettersi in carreggiata…

Il rapporto madre/figlia

The Meddler-film 2015-Susan Sarandon-e-Rose ByrneIndubbiamente la relazione fra madre e figlia rappresenta una delle tematiche portanti di The Meddler, anche se non l’unica.

La Sarandon e la Byrne, attrici di salda e indiscutibile professionalità, interagiscono per l’occasione con grazia ed energia, aiutandoci a realizzare l’effettiva portata del legame viscerale che unisce questi due personaggi, e il terzo membro scomparso della loro piccola e tenera famiglia.

Lori, dal canto suo, è una donna complessa, ansiosa, piena di tic, paranoie e contraddizioni. E’ evidente che Marnie non riesce neppure a guardarla senza arrivare a provare una piccola fitta di preoccupazione.

Per questo, non appena Lori le rinfaccia la necessità di “andare a cercarsi un hobby”, la madre ribatte, con aria confusa: “Perché, non puoi essere tu il mio hobby?

La figlia reagisce con esasperazione, limitandosi a rimbrottare Marnie ancora una volta. Ma la donna più anziana non batte ciglio e non si scompone: per lei Lori viene prima di tutto, ed è ovvio che le continue esplosioni della giovane non hanno il potere di turbarla, men che meno di allontanarla.

Marnie è una madre, nel senso meno moderno e più primordiale del termine. I divertenti e accalorati battibecchi con Lori non fanno altro che confermare la nostra ipotesi iniziale: la nostra protagonista è una persona che non si arrende mai, e che per il bene di sua figlia sarebbe disposta a fare qualsiasi cosa. Persino se questo comportasse passare il segno della decenza e incominciare a ficcare il naso negli affari altrui a tutto spiano…

Verso il futuro…

The Meddler-film 2015-Susan Sarandon-e-J. K. SimmonsLa parola chiave che la Sarandon sembra aver scelto per impostare stile, colore e tonalità della sua interpretazione, è “equilibrio”.

Dosando alla perfezione enfasi e malinconia, rimpianti, paura e voglia di andare avanti, l’attrice riesce a ricreare sulla scena una lunga serie di sfumature emotive.

La brillante commedia della Scafaria sfrutta le pieghe nascoste della sceneggiatura per trattare temi importanti come la solitudine, l’elaborazione del lutto e il dazio imposto dal tempo che passa. Ma riesce anche a fornire un eccellente e dolceamaro strumento di “compensazione”, o quantomeno di astuto bilanciamento delle parti, nel momento in cui si concede timidi slanci di ottimismo e calde rievocazioni di affettuosi momenti familiari.

La Sarandon brilla in ciascuna di queste scene, con tutta la solare e radiosa complessità concessa da quarant’anni di onorata carriera sulle spalle.

Non appena Marnie incontra il galante e impacciato Zipper (J.K. Simmons), l’attrice sembra ringiovanire insieme al suo personaggio, ritrovando qualcosa di prezioso e inaspettato lungo la strada.

Quando si siede a tavola insieme ai parenti del marito defunto, un’allegra brigata di roboanti “mascalzoni” di origine italiana, la Sarandon si dimostra altrettanto entusiasta, vitale e a suo agio.

Se pensavate che questa grande diva del cinema americano avesse perso la maggior parte del suo smalto, insomma, non vi resta che concedere una possibilità a The Meddler.

In attesa della serie tv evento Feud (in cui la Sarandon interpreterà niente meno che Bette Davis), sono convinta che l’esperienza basterà a smentirvi.

Senza contare che il film della Scafaria varrà la visione, senz’altro, e riuscirà a farvi innamorare di questa tenera, scatenata e irresistibile “vecchietta” di nome Marnie al primo sguardo!

Se ti è piaciuto The Meddler, prova a guardare anche:

Hello, My Name is Doris (2016)

Grace and Frankie

 

 

 

Lascia un commento

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. dicembre 4, 2016

    […] Se questo film vi è piaciuto, provate a guardare anche The Meddler (disponibile in DVD a partire da dicembre 2016) con Susan Sarandon: sono convinta che vi […]

  2. gennaio 3, 2017

    […] The Meddler (2015) […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *